Tag-Archive for » vita privata «

Venerdì, August 21st, 2009 | Autore:

Have we here a Facebook Stalker?!

Of great consideration to online privacy are facebook stalkers. If a stalker randomly manages to add a few of your friends and you have your Profile Privacy Settings allowingFriends of Friendsto see everything then your stalker effectively has access to your profile even without having added you.

I’ve now adjusted my privacy settings more strictly and I’ve used theSee how a friend sees your profile:” tool to get an idea of how it changes things.

Il mio “BasicInformation I had available toFriends of Friends”. This includesGender, Birthday, Hometown, Political and Religious Views and Relationship Statusaccording to Facebook’s description. You might think it fair that friends of your friends have an idea of how you roll.

But can you trust tutto your friends anti-stalker spidey-senses?

I think NOT.

I previously had it that friends of friends can see my photos and videos but not much else. I’m thinking of changing that now too.

But wait, there’s More!

Further to this, we should be vigilant offakeFacebook profiles. Stalkers are usually apt enough to create more than one account with fake names. If you block one they create another and attempt to get a glance at your profile once more. I’ve created a friend group calledPrivacy Pls”. This group is limited from being able to see anything other than a very basic page. Thisbasicview is akin to when you first started using Facebook and didn’t know you could add lots of stuff in there (stuff you later realised you didn’t want anyway).

If someone adds me and I’m not absolutely sure who it is, I add them to myPrivacy Plsgroup. Also if someone adds me and I don’t want to offend them by ignoring their invite I’ll rather add them to this group. Perhaps you feel you have a pervy boss for example.

But Wait! There’s Moreand this time you can do it TOO!

To do this for yourself, go to your Friends page, clic “Create New List”, and name it something appropriate – “Privacy Plsin my case. Add the appropriate friends to this list now or add any futuresuspectfriends to the group.

Prossimo, go to the Profile Privacy Settings page. Underneath each section you will find aEdit Custom Settings” pulsante. Click the first one and, at the bottom of the dialog that pops up, you will findExcept these people”. Add yourPrivacy Plsgroup here. Do the same for all the sections you don’t want them to see. When done, use thefriend’s viewtool to confirm what is made available to persons on that list.

And the Friend-of-Friend Stalker?

To prevent yourFriend-of-FriendStalker from being able to see your profile, do yourself a favour and think very critically about what you want potential stalkers to be able to see. Now go change those Privacy Settings toOnly Friends”.

For the Photo Crazy

Check up on your Photo Album Privacy Impostazioni. This is set up much the same as your profile settings. Consider carefully who you want to be able to see which photo albums and adjust the permissions appropriately!

Your Personal Contact Information

Lastly, check up on your Contact Information: Fare clic “Profilebutton towards the top left of the Facebook page to get to your profile. Then click on theInfotab within your profile. When you mouseover the Contact Information section you will see anEditlink pop up on the right. Click this button to start editing your details.

Next to each item you will find alockicon. Click this lock to define further permissions for which friends are able to see the items. You’ve never give your address and phone details to a dodgy stranger you meet on the street. Why do we then go and give it away to everyone on the Internet. I recommend the following:

  • AllowNo one” su:
    • email address
  • AllowOnly Friends” su:
    • IM Screen Names
  • Remove completely or allowNo one” su:
    • mobile phone number
    • landline number
  • Limit the following:
    • address detailsgive your area or suburbbut NOT your full address

Hopefully we don’t all have to learn our lessons the hard way.

P.S. (especially to the guys and gals who have asked) I’ve been extremely busy these last couple of weeks. I have a lot of unedited content I’m hoping to make publishable very soon!

Condividere
Domenica, 26 Aprile, 2009 | Autore:

Fidati di me. Siamo ancora a che fare con le espressioni regolari – solo in una rotonda (e vagamente pratico) modo. Questa è una lista abbastanza completa di come fare per svuotare le cache DNS durante l'utilizzo di espressioni regolari per mostrare dove metodi simili discostano.

Perché vogliamo chiarire esattamente cache DNS?

Ci sono un certo numero di motivi per cancellare DNS cache, anche se credo che questi sono i più comuni:

  • Un intranet servizio ha un private (interno) Indirizzo IP quando sulla rete aziendale ma ha un indirizzo IP pubblico per l'accesso esterno. Quando si tenta di accedere a tale servizio da fuori dopo l'accesso dall'interno, c'è una possibilità che avreste cache del privato (inaccessibile) IP. Una buona soluzione a lungo termine è quello di rendere il servizio inaccessibile se non attraverso VPN. Una soluzione più semplice è quella di lasciare il lavoro al lavoro. 😛
  • Un sito di servizio internet o web cambia le impostazioni DNS e il vostro desktop / laptop sta esaminando il “vecchio” Impostazione. In questo caso, la nuova impostazione non ha ancora propagato. Gli amministratori Hosting imbattono in questo caso molto spesso.
  • Vita privata: Se qualcuno in grado di monitorare la vostra storia DNS allora non sarebbe troppo difficile da capire quali siti web che stavate visualizzando. Anche se le singole pagine che hai visto, non possono essere monitorati in questo modo, i nomi host, come “dogma.swiftspirit.co.za” o “google.com” sarà nella cache DNS, probabilmente nell'ordine primo accesso ogni sito. Ci sono modi migliori per fare questo però. Un esempio è quello di utilizzare una rete Tor per tutte le richieste DNS.

Flushing di Windows’ Cache DNS, dal prompt dei comandi:

L'evidenza suggerisce che prima Finestre 2000, Finestre OS non memorizzano nella cache i risultati DNS. Il ipconfig comando, eseguire dal prompt dei comandi, è stato dato un certo controllo sulla cache DNS ed è rimasta più o meno la stessa dal.

Per ottenere il prompt se si utilizza View la non-Admin: Inizio -> Programmi -> Accessori -> Right-click “Prompt dei comandi” -> Esegui come amministratore

Altrimenti: Inizio -> RONU -> [cmd ] -> [ Bene ]

ipconfig / flushdns

Flush the DNS Resolver Cache in Windows

È anche possibile eliminare la cache in Windows ripresa il “Client DNS” o “Dnscache” servizio.

Cache DNS Flushing Mac OS X, dal prompt della shell:

Da Mac OS X, Mela Macs sono stati in esecuzione di un Unix-based, POSIX-compiacente, sistema operativo basato sul NeXTSTEP, stessa origine contenente il codice di FreeBSD e NetBSD. Usi Mac OS X lookupd o dscacheutil per gestire la cache DNS, a seconda della versione.

Per ottenere il prompt: Applicazioni -> Utilities -> Terminale

(lookupd|dscacheutil) -flushcache

Quello che abbiamo qui? Come per parte 1, il barra verticale indica che o “lookupd” OR “dscacheutil” sono accettabili. Il Parentesi indicare che la barra verticale vale solo per il “lookupd|dscacheutil” parte dell'espressione. Così, il ” -flushcache” non è opzionale, ed è inserito nel comando in modo per farlo funzionare. Si noti che questi comandi producono alcun output se non c'è un errore.

Utilizzare dscacheutil se state usando Mac OS X 10.5 (Leopardo) o versioni successive.

Mac OS X:

lookupd-flushcache

Mac OS X Leopard:

dscacheutil-flushcache

Use dscacheutil to flush the cache in Mac OS X Leopard

C'è anche uno strumento GUI, DNS Flusher, che utilizza automaticamente il comando corretto disponibile.

Flushing Linux / Unix’ Cache DNS, dal prompt della shell:

N.B. Se non ne hai già uno legare (con il caching di ricerca attivato), nscd, o dnsmasq installato e in esecuzione sul vostro * basati nix-desktop / server, si sono probabilmente Non caching DNS a tutti e non c'è nulla da lavare. In questo caso si dovrà essere utilizzando il server DNS per ogni richiesta web, probabilmente rallentando la vostra esperienza web. * Se è così, Raccomando almeno installando nscd in quanto è il più facile da installare. **

La cache di Flushing nscd

Come con il comando di Mac OS, questo produce alcuna uscita se non c'è un errore:

(|sud )(|/usr / sbin /)host nscd -i
  • Uso sud se non sei già radice altrimenti la prima selezione è vuoto.
  • Precisare / usr / sbin / se nscd non è già all'interno della “sentiero”. Se la vostra distribuzione ha nscd in un posto strano, individuarlo prima:
individuare bin -r / $ nscd

Si noti che quanto sopra “bin / $ nscd” è di per sé una espressione regolare. 🙂

Utilizzando nscd, invalidare la “padroni di casa” nascondiglio, loggato come utente:
sudo -i padroni nscd
Utilizzando nscd, invalidare la “padroni di casa” nascondiglio, accesso come root:
host nscd -i
Utilizzando nscd, invalidare la “padroni di casa” nascondiglio, accesso come root, specificando il percorso completo:
/usr / sbin / nscd -i padroni di casa

Flushing cache del bind

Per svuotare la cache di bind, emettiamo un comando via rndc. Utilizzare sudo se non siete già radice:

(|sud )rndc flush

Riavviare i servizi di cache funziona anche!

Ecco come riavviare uno dei demoni di caching:

(|sud )(servizio |/etc /(rc . d|rc  .d / init . d|init . d)/)(legare|dnsmasq|nscd) restart

Che sta iniziando a ottenere difficile da leggere. *** Per fortuna ho spiegato in dettaglio:

  • Come per il precedente comando, usare sudo se non sei già radice.
  • La seconda selezione ha la prima opzione “servizio “. Questo vale soprattutto per i sistemi Red Hat / CentOS e Fedora.
  • Il “/etc /(rc . d|rc .d / init . d|init . d)/” deve essere ampliato ulteriormente. Questo è per la maggior parte degli altri sistemi. Generalmente, la rc.d è per se state utilizzando un sistema di init stile BSD (per esempio: Arch Linux, FreeBSD, o OpenBSD). Il modo migliore per sapere con certezza quale comando da utilizzare è quello di 'individuare’ il nscd corretto o dnsmasq sentiero. La maggior parte delle versioni di Unix, anche Solaris, usare nscd:
individuare -r  .d / $ nscd ; individuare -r  .d / dnsmasq $ ; individuare -r  .d / rndc $
  • L'ultima scelta è tra “legare”, “nscd”, e “dnsmasq”. Questo dipende interamente su cui è installato e in uso.
  • L'ultima del pattern, ” restart”, è l'istruzione data script di controllo del demone.

Arco, utilizzando dnsmasq, riavviare il daemon di cache, accesso come root:

/etc / rc.d / restart dnsmasq

Arco, utilizzando nscd, riavviare il daemon di cache, registrati come utente:

restart sudo /etc/rc.d/nscd

CentOS / Red Hat, utilizzando nscd, riavviare il daemon, come root:

servizio restart nscd

nscdrestart

Cache DNS interna di incasso Mozilla Firefox:

Mozilla Firefox mantiene la propria cache DNS per le prestazioni. Firefox 2 avrebbe in cache solo 20 voci per fino a 60 secondi. L'impostazione di default di Firefox 3 sembra essere 512 voci per fino a 60 minuti che sembra molto più ragionevole per la navigazione di tutti i giorni. Se il vostro desktop ha una cache integrata (che la maggior parte ora fare) poi la cache qui è realmente ridondante. Io non sono a conoscenza di altri browser che implementano la cache DNS.

Ho trovato alcune soluzioni per quando si ha bisogno di cancellare la cache. Sembra che ci sono molti modi per fare questo però questi sono i più facili, che ho messo in ordine di preferenza.:

  1. Installare l' Firefox DNS Flusher Addon – fornisce un pulsante per svuotare la cache.
  2. Installare l' Cache DNS Addon – fornisce una ginocchiera che disabilita o abilita la cache DNS.
  3. Cancella cache (cancella la cache del browser, così come DNS Cache): Selezionare Ttrumenti -> Chiaro Private Data; Deselezionare tutte le caselle di controllo ad eccezione di Cunche; Fare clic [ Elimina i dati personali adesso ].
  4. Fare manualmente quello che fa DNS Cache: impostare la seguente 2 circa:config Opzioni “network.dnsCacheExpiration” e “network.dnsCacheEntries” a 0 e poi di nuovo il default.

Ho avuto un record di cattivo cache e ho cancellato la cache del browser. Ma la sua ancora mi forniscono le informazioni di sbagliato. Ciò che dà?

A causa di come funziona la propagazione DNS, avete preferibilmente necessario irrigare il DNS tutto Host DNS tra te e la “authoritive” ospite, iniziando con l'host più vicina all'host authoritive (più lontano dal tuo browser).

Come esempio, se avete un router che sta caching DNS, reimpostare la cache del router prima di riavviare la cache DNS del vostro sistema operativo, e solo allora si dovrebbe cancellare la cache di Firefox. La ragione è che anche se si cancella solo il sistema operativo e la cache di Firefox, il desktop è ancora in corso per chiedere al router per la sua male registrare comunque.

Cosa succede se il mio server DNS è un server in rete fuori dal mio controllo?

Si potrebbe provare temporanea tramite un nameserver diversa, forse anche un pubblico aperto server. OpenDNS mostra alcune buone informazioni su come eseguire questa operazione. Se vuoi, si dovrebbe anche essere in grado di ottenere informazioni utili dal proprio ISP per quanto riguarda i loro server DNS Resolving. Un esempio locale (Sudafrica) è SAIX che liste i loro server DNS Resolving.

* Probabilmente il motivo per cui Firefox ha una cache DNS integrato ****
** “((pacman|yogurt) -S|emergere|(yum|attitudine|apt-get) installare) nscd” e quindi assicurarsi che il servizio viene aggiunto gli script di avvio. Fare riferimento alla documentazione di installazione della distribuzione.
*** Sto cercando una evidenziazione della sintassi plugin che può funzionare con regex
**** Ho letto le dichiarazioni che il riavvio della rete(ing|) servizio cancella anche la cache DNS ma non ho visto alcuna prova che questo è vero. Se qualcuno ha un esempio in cui questo è vero, prego fornire i dettagli.
Condividere
Venerdì, November 21st, 2008 | Autore:

So I gots me s’more spam to mah mobile. o.O

Thankfully, it turns out that there is some proper recourse. Thanks to Stefano for pointing me in the right direction. (original post qui)

WASPA (or Wireless Application Service Providers’ Association) is theIndustry Bodyfor Wireless Service Providers in SA. They have a complaints page where you get to submit all the juicy details about how a WASPA (or WASP) has breached the WASPA Code of Conduct.

Perhaps the provider in question gets featured on the complaint reports pagewhere everyone will see how much they’ve been fined along with a full report of the complaint. This includes WASPA’s investigation and a summary of the communications with the Service Provider concerning the matter. Importantly, its all publicly accessible.

I just wish people actually KNEW about this thing though. I certainly didn’t know that a WASP isn’t just the name of a (usually) flying insect? Yeahturns out some wasps don’t have wings and are mistaken per antsgo figure.

Back to the topic at hand: Spread the word! And lodge your complaints!

Condividere
Thursday, November 13th, 2008 | Autore:

I don’t receive much lo spam to my mobile phone. I have received random sms’s on occasion aboutspecialoffers and so forth. Someone also once sms’don my behalfto one of those late-night e-tv specials adverts. Every month I receive an enticing message informing me about what I’m missing out on. I wonder though, is there a no-send list I can add myself to at MTN, Vodacom, or Cell-C?

Can any cellular provider list all the companies that have sent you sms’s through bulk sms systems in the last month, per esempio? And can I tell my cellular provider to CAN that SPAM without having to send an sms costing me R7.50 with the wordSTOP”? [modifica… turns out this SMS is supposed to be charged at the lowest possible rate. Grazie, Tumbleweed]

Lastly, I’ve heard of these services where you pay to receive content perpetually. Perpetually in that its a service where they assume you want them to charge you R5 every day to send you something. My sister had an issue where she never had airtime. It was because her R20 weekly allowance would be swallowed whole the next day by one of theseserviceswhich sent her a silly picture and deducted R10. She could have downloaded the same or similar picture using her computer for about 5c using Google'S image search and I’d have sized and cropped it to fit her phone’s screen perfectly with no visible distortion or aliasing. At the same time, they claim copyright on the content which is LAME. I’ll bet they’re stealing the pictures from the Internet themselves anyway.

In the end it was easier for her to get a new prepaid number. I just hope that they’re not still going to send more content to whoever gets her old number after its recycled. 😮

Condividere